ABBATTERE UN ALBERO DI PROPRIETA’ PRIVATA NEL COMUNE DI ROMA

La prima cosa da fare è capire se la pianta va oggettivamente abbattuta.

Tale accertamento può essere fatto da un tecnico abilitato, dottore forestale o agronomo, mediante analisi visiva della pianta (VTA – Visual Tree Assessment) e se necessario approfondita con analisi strumentale.

Accertata la necessità di abbattere l’albero, occorre sapere che seppur di proprietà privata, gli alberi sono un bene comune e in quanto tali spesso tutelati.

Nelle aree site a l’interno del territorio del Comune di Roma prima di procedere a l’abbattimento di un albero occorre sapere se:

  1. l’albero è in area sottoposta a Vincolo Paesaggistico;
  2. l’albero non è in area sottoposta a Vincolo Paesaggistico.

Per sapere se la pianta è in area vincolata, occorre consultare la Tavola B del P.T.P.R .(Piano Territoriale Paesistico Regionale) presso il sito http://www.regione.lazio.it/PTPR/PTPRB

Tale verifica può essere fatta personalmente o può essere richiesta ad un professionista.

Altrimenti è possibile richiedere visura dei vincoli a Roma Capitale – Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde – Protezione Civile – U.O. Verde Pubblico e Decoro Urbano – Ufficio Protocollo, Piazza di Porta Metronia 2, mediante richiesta in carta semplice, corredata di esatto punto planimetrico e versamento di Euro 150 ai sensi Delibera Consiglio Comunale n° 68/2010.

E’ possibile scaricare il modulo presso il sito: http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW165382&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

Di seguito le procedure da seguire nei due casi suddetti:

  1. l’albero è in area sottoposta a Vincolo Paesaggistico

Per l’abbattimento di un’alberatura ubicata in area sottoposta a Vincolo ai sensi art. 134C – 136 e 142 D.Lgs. 42/04, in osservanza all’art. 146 dello stesso Decreto, occorre richiedere preventiva autorizzazione paesaggistica. Tale richiesta va presentata a Roma Capitale – Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde – Protezione Civile – U.O. Verde Pubblico e Decoro Urbano – Ufficio Protocollo, Piazza di Porta Metronia 2 00183 Roma, allegando in duplice copia la documentazione richiesta e la ricevuta di versamento di Euro 200 ( ai sensi Del. C. C. n° 68/2010). N.B. A fronte di alberature oggettivamente pericolanti ( Classe D F.R.C. ), il pagamento può essere effettuato anche dopo il rilascio dell’autorizzazione e comunque entro il termine di 30 giorni” (Comune di Roma).

La richiesta di autorizzazione a l’abbattimento di uno o più alberi, va corredata di adeguata Perizia Tecnica a firma di un tecnico abilitato, ad es. Dott. Forestale o Agronomo iscritto all’Ordine degli Agronomi e Forestali.

E’ possibile scaricare i moduli presso il sito: http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW165382&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

2. l’albero non è in area sottoposta a Vincolo Paesaggistico.

“In attesa dell’adozione del Regolamento del Verde e fermi rimanendo ovviamente diritti di terzi, nonché prescrizioni, tutele e disposizioni di diversa natura e competenza ( in particolare le NTA nuovo PRG DCC n°188 – Atti d’Obbligo – prescrizioni originario Permesso di Costruire – nonché R.C. Tutela Animali D.C.C. n° 275/05) nel territorio di Roma Capitale le aree NON sottoposte a Vincolo Paesaggistico ai sensi D.Lgs. 42/04 possono essere liberamente abbattute” (Comune di Roma).

Posted in Tutti, Uncategorised and tagged .

4 Comments

  1. per abbattere un pino alto 20 metri nell’ambito di un condominio privato ,occorre che i condomini votino all’unanimità?grazie,luisa.

    • Gentile Luisa,
      grazie per averci contattato e scusi il ritardo nel rispondere. Qualora sia accertato, ad es. da un Dott. Agr. o Forestale, che la pianta sia un pericolo per persone e cose, può essere abbattuta anche in assenza della maggioranza. Si evidenzia che in presenza di vincoli vanno richieste le necessarie autorizzazioni.
      Nel caso invece in cui non ci sia vincolo e la pianta non rappresenti un pericolo, l’albero può essere abbattuto se durante l’assemblea condominiale, in seconda convocazione, è presente almeno un terzo dei condomini e un terzo dei millesimi, al fine di rendere valida l’assemblea. Per procedere con l’abbattimento poi occorre la maggioranza di tale assemblea. La votazione è valida se la maggioranza degli intervenuti rappresenta almeno un terzo del valore dell’edificio espresso in millesimi.
      Per qualsiasi ulteriore dubbio o consulenza non esiti a contattarci anche telefonicamente.

      Saluti

      Michele

  2. Devo abbattere un abete argentato di circa 10 mt in casa privata con giardino perchè sta sollevando la pavimentazione esterna e sollevando il muro di cinta, ho letto che devo effettuare un versamento di 200 euro al comune di Roma oltre perizie e documenti vari, possibile che solo l’autorizzazione costa un patrimonio? Ma mi tagliano anche l’albero?

    • Buonasera Cristina,
      purtroppo per lei non è compreso anche il taglio dell’albero, ma solo il costo per l’istruttoria.
      In ogni caso, dovrebbe pagare 200 euro al Comune di Roma, SOLO se l’area è sottoposta a vincolo paesaggistico. Se non c’è vincolo paesaggistico potrà procedere direttamente con l’abbattimento, nel rispetto di quanto meglio indicato nel nostro articolo “abbatere un albero nel comune di roma

      Non esiti a contattarci alla mail alberosano@gmail.com o telefonandoci ai contatti presenti nella pagina contatti per maggiori informazioni.

      Buona serata

      Michele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *